EUR (€) / Italiano
  • Accedi

Che cos'è l'olio di krill e perché fa bene?

Aumenta i livelli di omega-3 senza spiacevoli effetti collaterali o retrogusto di pesce. L'olio di krill è ricco di acidi grassi antinfiammatori e antiossidanti che aiutano a combattere le condizioni solitamente associate all'invecchiamento. Aggiungete l'olio di krill alla vostra routine sanitaria quotidiana e sentite la differenza.

Bassi livelli di omega-3 nel sangue sono stati a lungo associati a molte malattie croniche e al deterioramento associato a un invecchiamento non sano. Di conseguenza, sono state condotte molte ricerche sui benefici dell'integrazione di omega-3. L'integratore più popolare è l'olio di pesce. Tuttavia, la maggior parte degli utilizzatori di olio di pesce ha riscontrato gli spiacevoli effetti collaterali che lo accompagnano. Scoprite perché l'olio di krill Superba è un'opzione migliore per aumentare i livelli di omega-3 e perché è anti-invecchiamento.

Olio di krill vs pesce: qual è la differenza?

L'olio di krill Superba deriva dall'olio estratto da un piccolo crostaceo simile a un gambero (krill), noto come Euphausia Superba, che si trova nell'oceano antartico. Sebbene il krill sia presente nella maggior parte dei nostri oceani, in queste acque è praticamente privo di contaminanti e tossine ambientali. L'olio di pesce proviene da pesci grassi come sardine, salmone e tonno.

Sebbene abbiano benefici simili per la salute, hanno una struttura diversa. L'olio di pesce è legato ai trigliceridi, mentre l'olio di krill è costituito da fosfolipidi.

L'olio di krill è una buona fonte di sostanze nutritive benefiche per la salute, quali:

  • Acidi grassi Omega-3 (sia EPA che DHA)- acidi grassi essenziali che svolgono un ruolo importante per la salute e la longevità.

  • Fosfolipidi - molecole speciali che aiutano gli omega-3 ad attraversare la membrana cellulare e a raggiungere livelli più elevati nel sangue. Questo rende l'olio di krill unico nel suo genere, perché gli omega-3 vengono assorbiti più facilmente dall'organismo.

  • Colina - un nutriente fondamentale per molti processi del nostro organismo.

  • Astaxantina - un antiossidante che protegge l'olio di krill dall'ossidazione, quindi non c'è bisogno di conservanti. Inoltre, conferisce all'olio di krill un colore rosso.

Cosa sono gli acidi grassi Omega-3?

Gli acidi grassi Omega-3 sono grassi essenziali che si trovano naturalmente negli animali marini, nelle piante e negli oli di noci. Tuttavia, possono essere ottenuti anche da vari integratori. Esistono due tipi di acidi grassi omega-3: quelli a catena lunga e quelli a catena corta.

Gliacidi grassi omega-3 a catena lunga - acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA) - si trovano nelle fonti marine.

Acidigrassi omega-3 a catena corta- L'acido alfa-linolenico (ALA) si trova negli oli di piante e noci, come i semi di lino. Pur essendo molto benefico, l'ALA ha molti meno benefici per la salute rispetto all'EPA e al DHA e deve essere consumato in quantità molto maggiori.

Numerosi studi condotti in tutto il mondo dimostrano che gli omega-3 possono essere utili per un'ampia gamma di malattie e condizioni. Questi acidi grassi essenziali

  • Combattono l'infiammazione e aiutano ad alleviare i sintomi di condizioni infiammatorie come l'artrite.

  • Potenzialmente prevengono il cancro.

  • Riducono l'asma.

  • Combattono l'ansia e la depressione e sono utili per altri disturbi mentali.

  • Prevenire le malattie cardiovascolari e il rischio di ictus.

  • Ridurre il grasso intorno al fegato e l'infiammazione associata alla malattia del fegato grasso non alcolica.

  • Proteggere e riparare la pelle.

  • Aumenta la salute delle ossa e migliora la salute delle articolazioni.

  • Combattere il declino mentale legato all'età e condizioni come il morbo di Alzheimer.

  • Migliorano la salute degli occhi e prevengono la degenerazione maculare.

Nonostante i noti benefici degli omega-3 per la salute, uno studio pubblicato nel 2016 ha dimostrato che il 97% della popolazione mondiale presenta bassi livelli ematici di questi acidi grassi essenziali. America, Europa, Medio Oriente, Sud-Est asiatico e Africa sembravano avere i livelli più bassi. Si pensa che ciò sia dovuto principalmente alle loro diete occidentalizzate.

Quali sono i benefici dell'olio di krill?

L'olio di krill sta rapidamente diventando un'alternativa popolare agli oli di pesce. Come l'olio di pesce, vanta alti livelli di acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA), acidi grassi omega-3 presenti solo nelle fonti marine. Tuttavia, gli omega-3 dell'olio di krill sono principalmente legati ai fosfolipidi e lericerche suggeriscono che questi hanno livelli più elevati dibiodisponibilità rispetto ai normali omega-3 presenti negli oli di pesce.

I fosfolipidi sono anche il motivo per cui l'olio di krill non ha retrogusto di pesce o problemi di digestione. Guardate il video qui sotto di Akerbiomarine per capire la differenza tra olio di pesce e olio di krill e come i fosfolipidi aiutano la digestione.

Oltre a non avere un retrogusto sgradevole, l'olio di krill vanta anche i seguenti benefici per la salute:

Una buona fonte di EPA e DHA

Sia l'olio di krill che quello di pesce contengono EPA e DHA. Tuttavia, leprove riportate sul sito suggeriscono che le molecole dell'olio di krill, essendo fosfolipidi, possono essere assorbite più facilmente nel flusso sanguigno. Un secondo studio ha dimostrato che l'olio di krill è più efficace dell'olio di pesce nell'aumentare i livelli di omega-3 e questo potrebbe essere direttamente correlato alle diverse forme di grassi omega-3.

Una buona fonte del nutriente essenziale colina

Oltre agli omega-3 fosfolipidi legati in modo esclusivo, l'olio di krill presenta anche il vantaggio della colina e dell'astaxantina. La colina è un nutriente abbastanza recente in termini di scoperta ed è stata riconosciuta come nutriente essenziale solo nel 1998 dall'Institute of Medicine. Sebbene il nostro fegato ne produca piccole quantità, la maggior parte della colina deve essere ottenuta attraverso la dieta, proprio come gli omega-3, e quindi l'integrazione con una buona fonte, come l'olio di krill, è molto utile.

Spesso raggruppata con il complesso della vitamina B per via delle sue somiglianze, è vitale per la nostra salute:

  • Sostiene le nostre cellule -La colina è necessaria per lo sviluppo dei grassi che sostengono le membrane cellulari.

  • Migliora la segnalazione cellulare - La colina produce composti che agiscono come messaggeri all'interno delle nostre cellule.

  • Lacolina stimola il metabolismo e aiuta il trasporto dei grassi- Una carenza di colina nel fegato può provocare l' accumulo di grassi e colesterolo.

  • Aiuta la sintesi del DNA - Insieme ad altre vitamine come la B12 e il folato, la colina contribuisce al processo necessario per la sintesi del DNA.

  • Mantiene in salute il sistema nervoso - L'organismo utilizza la colina per produrre acetilcolina, un neurotrasmettitore utilizzato per il movimento muscolare, la memoria, la regolazione del battito cardiaco e altre funzioni fondamentali.

Combatte l'infiammazione

Gli acidi grassi omega-3 hanno da tempo dimostrato di avere proprietà antinfiammatorie nel nostro organismo. Tuttavia, l'olio di krill potrebbe avere un'azione antinfiammatoria ancora migliore, in quanto sembra essere più facile da utilizzare per il nostro organismo rispetto ai normali oli di pesce.

Inoltre, il krill contiene astaxantina, un pigmento rosa-arancio con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Unpiccolo studio ha dimostrato che l'assunzione di 1000 mg di olio di krill al giorno migliora l'infiammazione in modo più efficace rispetto a 2000 mg al giorno di omega-3 purificati. Un ulteriore studio condotto su ha dimostrato che 300 mg di olio di krill al giorno hanno ridotto l'infiammazione fino al 30% dopo un solo mese di utilizzo.

Può ridurre il dolore e la rigidità articolare nei soggetti affetti da artrite

Uno studio ha dimostrato che l'olio di krill ha ridotto significativamente il dolore e la rigidità articolare nei pazienti affetti da artrite reumatoide e osteoartrite, migliorando al contempo la compromissione funzionale. In un secondo piccolo studio condotto su pazienti affetti da lievi dolori al ginocchio, i risultati hanno dimostrato che l'assunzione di olio di krill per 30 giorni ha ridotto significativamente il dolore e migliorato il range di movimento. In un'altra ricerca condotta su topi affetti da artrite, l'olio di krill ha dimostrato di migliorare il punteggio dell'artrite e di ridurre il gonfiore e l'infiammazione delle articolazioni.

Può ridurre i trigliceridi e migliorare la salute cardiovascolare

Le ricerche hanno dimostrato che l'olio di krill migliora i livelli di lipidi nel sangue e riduce efficacemente i livelli di trigliceridi e altri grassi nel sangue. In uno studio condotto contro gli omega-3 purificati, solo l'olio di krill ha dimostrato di aumentare i livelli di colesterolo lipoproteico ad alta densità (HDL) (il colesterolo benefico). Inoltre, si è dimostrato più efficace nel ridurre l'infiammazione anche a dosi molto più basse.

Dall'esame di sette studi è emerso che l'olio di krill non solo è in grado di ridurre il colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL) e i trigliceridi, ma può anche aumentare i livelli di colesterolo HDL. Uno studio controllato ha anche rilevato che l'olio di krill migliora significativamente i punteggi di resistenza all'insulina e la funzione del rivestimento dei vasi sanguigni. Inoltre, è stato rilevato che gli omega-3 possono essere più efficaci delle statine nel trattamento dei pazienti con insufficienza cardiaca cronica.

Può ridurre i sintomi della sindrome premestruale e i dolori mestruali

È noto che gli omega-3 aiutano a ridurre il dolore e l'infiammazione. Tuttavia, è stato condotto uno studio per confrontare gli effetti dell'olio di krill rispetto all'olio di pesce nelle donne che soffrono di sindrome premestruale (PMS). Lo studio ha dimostrato che entrambi gli integratori hanno migliorato significativamente i sintomi delle donne, ma quelle che hanno assunto l'olio di krill hanno usato un numero di antidolorifici significativamente inferiore rispetto a quelle che hanno assunto l'olio di pesce. Questi risultati suggeriscono che l'olio di krill può essere più efficace di altre fonti di omega-3 quando si tratta di ridurre i sintomi della sindrome premestruale.

Facile da ingerire senza spiacevoli problemi digestivi

I fosfolipidi rendono l'olio di krill più bio-efficiente, consentendo di assumere capsule più piccole rispetto ai normali integratori di omega-3. Come dimostrato nel video qui sopra, grazie alla sua struttura fosfolipidica, gli omega-3 dell'olio di krill si mescolano bene con il contenuto dello stomaco, evitando il retrogusto di pesce, l'eruttazione e altri spiacevoli problemi digestivi, in modo che possiate continuare a vivere e godere degli ampi benefici per la salute derivanti da una regolare integrazione di omega-3.

L'olio di krill è anti-invecchiamento?

Sì, l'aggiunta di olio di krill alla vostra dieta è un'ottima opzione per ottimizzare la vostra salute e per rallentare potenzialmente l'invecchiamento e il relativo deterioramento.

Come già detto, è stato dimostrato che l'olio di krill è ricco di acidi grassi omega-3, colina e astaxantina, tutti elementi dalle proprietà antinfiammatorie. L'infiammazione cronica è stata collegata a molte malattie e condizioni associate all'invecchiamento ed è regolata dalla via della longevità NF-kB (Nuclear Factor-kappa B). La sovraespressione della via NF-kB può portare al deterioramento delle cellule e ai danni causati dall'infiammazione in corso. L'olio di krill è quindi uno dei modi per inibire questa via.

Con l'uso regolare, l'olio di krill segnala anche il gene della longevità mTOR, che apporta ulteriori benefici alla salute di cervello, cuore, occhi e fegato.

Per saperne di più sulle vie della longevità e su come utilizzarle per rallentare l'invecchiamento e sentirsi di nuovo giovani, leggete: Le vie della longevità - Come vivere una vita felice, sana e lunga.

Oltre a ridurre le infiammazioni, è stato dimostrato che l'olio di krill aiuta a risolvere altri problemi associati all'invecchiamento, come le malattie cardiovascolari, l'artrite e i problemi di colesterolo. È anche noto per combattere lo stress ossidativo, sostenere il sistema immunitario, ridurre la perdita di acqua nella pelle e mantenere il corpo giovane e sano. In definitiva, l'olio di krill è un anti-invecchiamento in tutti i sensi.

Quanto olio di krill devo assumere?

Il nostro olio di krill Superba è composto da olio di krill puro al 100%. Ogni capsula contiene 1000 mg e si consiglia di assumere 1-2 capsule al giorno con acqua. Non superare la quantità consigliata se non dietro indicazione del medico.

Quali sono gli effetti collaterali dell'olio di krill?

L'olio di krill sembra essere sicuro per la maggior parte degli adulti e non comporta effetti collaterali significativi. Tuttavia, come per tutti i prodotti salutistici, ci sono sempre alcuni soggetti che si dimostrano sensibili a un particolare integratore. Se avete reagito a un precedente prodotto a base di olio di krill, è meglio consultare il vostro medico prima di provare un nuovo prodotto.

Inoltre, se si è allergici al pesce o ai crostacei, è meglio evitare di assumere l'olio di krill.

Ecco alcuni effetti collaterali che i soggetti sensibili potrebbero sperimentare:

  • Alito cattivo

  • Diarrea

  • Bruciore di stomaco

  • Diminuzione dell'appetito

  • Cambiamento del gusto

  • Potenziale aumento dell'oleosità del viso o delle eruzioni cutanee

La sicurezza durante la gravidanza e l'allattamento non è stata ancora stabilita e deve essere evitata o utilizzata con cautela. Si consiglia di consultare il proprio medico prima di provare un nuovo integratore in gravidanza o durante l'allattamento.

A causa dei suoi lievi effetti fluidificanti del sangue, l'olio di krill dovrebbe essere usato con cautela in chi soffre di disturbi emorragici o assume farmaci fluidificanti del sangue come il warfarin (Coumadin). Tuttavia, va detto che la maggior parte delle ricerche indica che dosaggi da 3 a 6 g al giorno non influiscono significativamente sullo stato anticoagulante dei pazienti che assumono warfarin. Tuttavia, è meglio consultare il proprio medico curante prima di integrare il prodotto.

Quanto tempo impiega l'olio di krill ad agire?

La velocità con cui si noteranno cambiamenti significativi grazie all'olio di krill dipende in larga misura dallo scopo per cui lo si utilizza. L'integrazione quotidiana di olio di krill ha ridotto l'infiammazione cronica e il dolore artritico dopo un solo mese di utilizzo. Tuttavia, una diminuzione dei sintomi della sindrome premestruale è stata osservata dopo 90 giorni.

Conclusioni

Come si può notare, l'aggiunta dell'olio di krill alla propria routine sanitaria quotidiana presenta numerosi vantaggi. Ricco di omega-3 e di proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, vanta un dosaggio inferiore a quello dell'olio di pesce tradizionale e presenta meno effetti collaterali, come retrogusto di pesce e disturbi digestivi.

Il nostro olio di krill Superba di Aker Biomarine è puro, tracciabile, sostenibile e supportato dalla scienza: tutte qualità che noi di Youth & Earth apprezziamo. Provate oggi stesso il nostro Olio di Krill Superbae iniziate a ritrovare la vitalità e a mantenere un'ottima qualità di vita fino agli anni d'oro.

Il contenuto di questo articolo è solo a scopo informativo. Non intende sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un medico professionista. Chiedete sempre il parere del vostro medico o di un operatore sanitario prima di iniziare un nuovo regime o programma di salute. Non ignorate il parere del medico o non ritardate la sua richiesta a causa di qualcosa che avete letto su questo sito o su qualsiasi prodotto Youth & Earth.

Search