EUR (€) / Italiano
  • Accedi

Come usare la L-carnitina per aumentare la tua energia e rallentare l'invecchiamento

La L-carnitina è un aminoacido prodotto naturalmente dall'organismo che aiuta a trasformare il grasso in energia. Non solo aiuta a perdere peso, ma migliora anche le funzioni cardiache e cerebrali, le prestazioni sportive e rallenta l'invecchiamento. In questo articolo analizzeremo la L-carnitina e i motivi per cui dovreste aggiungerla alla vostra cassetta degli attrezzi per la longevità.

Che cos'è la L-carnitina?

La L-carnitina è un aminoacido naturale che si trova nelle cellule del nostro corpo. Svolge un ruolo fondamentale nella produzione di energia dell'organismo attraverso il trasporto degli acidi grassi nei mitocondri (la centrale elettrica della cellula). Qui questi acidi grassi vengono ossidati (bruciati) per produrre energia.

L'organismo produce la L-carnitina dagli aminoacidi lisina e metionina, che si trovano prevalentemente nelle proteine animali. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che i vegani o coloro che soffrono di alcune malattie genetiche potrebbero non essere in grado di produrne una quantità sufficiente, rendendo la L-carnitina un aminoacido condizionatamente essenziale.

La L-carnitina si trova nelle seguenti forme:

D-carnitina

È una forma inattiva della L-carnitina e deve essere evitata perché può bloccare altre forme di L-carnitina nell'organismo. Ciò può provocare sintomi simili alla carenza di L-carnitina.

Acetil-L-carnitina

Spesso chiamata ALCAR, ha mostrato effetti positivi anche nelle malattie neurodegenerative e nel trattamento dell'invecchiamento attraverso il rallentamento del deterioramento mentale.

Propionil-L-carnitina

Si ritiene che aumenti l' ossido nitrico che favorisce il flusso sanguigno, rendendola una scelta adatta contro i problemi circolatori e l'ipertensione.

L-carnitina L-tartrato

Si trova spesso negli integratori sportivi perché aiuta a prevenire l'indolenzimento muscolare, i danni muscolari e aumenta il recupero muscolare dopo l'esercizio.

Che cosa fa la L-carnitina?

Il ruolo principale della L-carnitina nell'organismo è quello di trasportare gli acidi grassi nei mitocondri per essere bruciati e utilizzati come energia. Ma recenti ricerche hanno evidenziato anche altri benefici, tra cui la salute cardiovascolare.

Per il suo ruolo importante nella produzione di energia e per il fatto di essere un integratore generalmente sicuro, la L-carnitina è stata ampiamente studiata. Ecco alcuni dei benefici e delle scoperte.

Aiuta a perdere peso

La L-carnitina aiuta l'organismo a bruciare i grassi. Tuttavia, è interessante notare che alcuni studi hanno ottenuto risultati diversi per quanto riguarda la L-carnitina e la perdita di peso.

Durante uno studio su 38 donne moderatamente obese che hanno svolto attività fisica 4 volte al giorno per 8 settimane, non è stata riscontrata alcuna differenza nella perdita di peso tra coloro che hanno integrato la L-carnitina e coloro che non l'hanno fatto. In un altro studio, 4 settimane di integrazione con L-carnitina non hanno aumentato l'effetto di bruciare grassi durante un ciclo di 90 minuti.

Tuttavia, dall'analisi di nove studi condotti su principalmente su persone obese o anzianei soggetti che assumevano L-carnitina hanno perso in media 2,9 chili in più di peso durante l'integrazione con L-carnitina.

Sebbene siano necessari ulteriori studi sui benefici della L-carnitina, gli studi dimostrano che può aiutare a perdere peso negli adulti più anziani o nei soggetti obesi. È inoltre importante ricordare che i risultati possono variare da un individuo all'altro e che, se si assume la L-carnitina, è meglio associarla a una dieta sana e a uno stile di vita attivo.

Può aiutare a prevenire la perdita di massa muscolare

La L-carnitina aiuta a bilanciare la formazione e la degradazione delle proteine nei muscoli per contrastare la perdita muscolare. La perdita di massa muscolare tende a verificarsi con l'età (nota come sarcopenia), soprattutto se si segue una dieta poco sana e non si fa esercizio fisico. Uno studio ha rilevato che la L-carnitina ha soppresso la perdita di muscolo scheletrico nei soggetti affetti da cirrosi epatica.

Un altro studio ha rilevato che la L-carnitina ha contribuito a ridurre il deperimento muscolare in un soggetto sottoposto a riabilitazione per ictus. In questo interessante studio, il soggetto è stato inizialmente sottoposto a iniezioni di neurotossina botulinica per ridurre la spasticità della gamba destra e poter camminare. La sua deambulazione è migliorata, ma è diminuita dopo il secondo e il terzo trattamento a causa del dolore alla gamba durante la deambulazione e del deperimento muscolare. I ricercatori le hanno quindi prescritto la L-carnitina e la donna ha registrato un rapido miglioramento del dolore e della deambulazione continua. Quando i ricercatori hanno interrotto la L-carnitina, il soggetto non ha accusato nuovamente dolore o perdita muscolare, il che indica che l'aminoacido ha contribuito a ridurre il danno muscolare durante la riabilitazione.

Entrambi questi studi, e numerosi altri, indicano che la L-carnitina ha un grande potenziale terapeutico.

Può aumentare le prestazioni atletiche e la resistenza

I benefici della L-carnitina sulle prestazioni sportive rimangono controversi. Diversi studi hanno dimostrato benefici per un lungo periodo di tempo, mentre altrihanno evidenziato benefici quando è stata somministrata in modo acuto.

La L-carnitina può contribuire a migliorare il recupero durante l'esercizio fisico, riducendo il dolore muscolare dopo l'esercizio. Ha dimostrato di aumentare l' apporto di ossigeno ai muscoli, ritardando l'affaticamento e il disagio grazie all'aumento del flusso sanguigno e della produzione di ossido nitrico. Uno studio ha inoltre dimostrato che la L-carnitina può aumentare la produzione di globuli rossi, fondamentali per il trasporto di ossigeno in tutto il corpo.

Aiuta le funzioni cerebrali

Alcuni studi hanno dimostrato che l'acetil-L-carnitina contribuisce a migliorare le capacità di apprendimento e a prevenire il declino mentale legato all'età. Studi sull'uomo hanno dimostrato che l'integrazione quotidiana di acetil-L-carnitina aiuta a invertire il declino delle funzioni cerebrali associato al morbo di Alzheimer e ad altre malattie del cervello.

Altri studi hanno dimostrato che migliora la funzione cerebrale generale negli adulti più anziani non affetti da Alzheimer o da patologie cerebrali simili. In uno studio di 90 giorni, gli alcolisti cronici che hanno assunto 2 grammi di acetil-L-carnitina al giorno hanno mostrato miglioramenti in tutte le aree della funzione cerebrale.

Migliora la funzione cardiaca

Alcuni studi hanno dimostrato che l'acetil-L-carnitina è in grado di ridurre la pressione sanguigna e il processo infiammatorio. processo infiammatorio associati alle malattie cardiache. L'integrazione con 2 grammi di acetil-L-carnitina ha comportato una riduzione di quasi 10 punti della pressione sanguigna sistolica.

La L-carnitina ha anche mostrato miglioramenti in pazienti con insufficienza cardiaca cronica e malattia coronarica. Uno studio durato un anno ha mostrato una riduzione dell'insufficienza cardiaca e dei decessi tra i partecipanti che integravano la L-carnitina.

Riduce il rischio di diabete di tipo 2

È stato dimostrato che la L-carnitina ridurre i sintomi e i rischi associati rischi associati del diabete di tipo 2.

In uno studio condotto su pazienti diabetici di tipo 2, coloro che integravano la L-carnitina con i loro farmaci hanno registrato una significativa riduzione dei livelli di zucchero nel sangue.

Migliora l'infertilità maschile

Le ricerche hanno dimostrato che la quantità di L-carnitina nello sperma è direttamente correlata al numero e alla motilità degli spermatozoi. Alcuni studi hanno dimostrato che 2-3 grammi di L-carnitina al giorno per 3-4 mesi possono migliorare la qualità dello sperma. Uno studio incrociato in doppio cieco condotto su 100 uomini ha rilevato che l'integrazione con 2 grammi di L-carnitina al giorno per 2 mesi ha migliorato sia la concentrazione che la motilità degli spermatozoi.

Può rallentare il decadimento mitocondriale dovuto all'invecchiamento

Si ritiene che il processo di invecchiamento sia accompagnato da una diminuzione della funzione mitocondriale. Recenti ricerche hanno dimostrato che l'acetil-L-carnitina integrata con l'acido alfa-lipoico (ALA) può ridurre il decadimento mitocondriale.

L'acido alfa-lipoico è un acido grasso naturale che svolge un ruolo importante nella produzione di energia. Per saperne di più, leggete I benefici anti-invecchiamento dell'acido alfa-lipoico (ALA).

Quali alimenti contengono L-carnitina?

La L-carnitina si ottiene principalmente da fonti animali come carne, pesce, pollame e latte. I prodotti lattiero-caseari contengono la maggior parte della L-carnitina soprattutto nella frazione del siero di latte. Per quanto riguarda la carne rossa, di solito più rossa è la carne, maggiore è il suo contenuto di L-carnitina. Poiché questo aminoacido si trova nelle proteine animali, i vegani e i vegetariani rigorosi devono prendere in considerazione un'integrazione.

Di seguito è riportato un elenco di alimenti che contengono le maggiori fonti di L-carnitina:

  • Manzo: 81 mg per 3 once (85 g)
  • Maiale: 24 mg per 3 once (85 g)
  • Pesce: 5 mg per 3 once (85 g)
  • Pollo: 3 mg per 3 once (85 g)
  • Latte: 8 mg per 227 ml (8 oz)

Perché assumere la L-carnitina come integratore?

Il fabbisogno di L-carnitina è direttamente influenzato dalla quantità prodotta dal corpo e da quella consumata. Sebbene sia possibile ottenerla da fonti animali, è difficile determinare con esattezza la quantità assunta. Inoltre, se siete vegani o vegetariani rigorosi, l'integrazione con L-carnitina è essenziale.

Come per molte altre molecole del nostro corpo, le ricerche dimostrano che i livelli di L-carnitina diminuiscono con l'età. Gli studi hanno dimostrato che 2 grammi di L-carnitina al giorno sono un ottimo modo per gli anziani di aumentare la funzione muscolare, ridurre l'affaticamento e migliorare la salute del cervello.

Qual è il miglior integratore di L-carnitina?

Purtroppo, se assunta come integratore tradizionale, la biodisponibilità della L-carnitina è molto bassa. Per massimizzare l'assorbimento, la L-carnitina viene solitamente iniettata. Tuttavia, grazie a una tecnologia all'avanguardia, oggi è possibile assumere la L-carnitina in forma liposomiale, che ne migliora la biodisponibilità e ne facilita l'assorbimento da parte dell'organismo senza l'inconveniente delle iniezioni. Youth & Earth propone un integratore di carnitina liposomialeappositamente studiato per garantire il massimo assorbimento.

Per saperne di più sul perché la forma liposomiale degli integratori è così efficace, vi consigliamo di leggere: Cosa sono gli integratori liposomiali e come funzionano?

Quando assumere la L-carnitina?

Poiché la L-carnitina viene assorbita rapidamente dall'organismo, è consigliabile assumerla al mattino presto e/o prima dell'attività fisica. Tuttavia, è importante notare che può essere assunta in qualsiasi momento della giornata e non disturba il sonno se viene assunta di notte.

La L-carnitina ha effetti collaterali?

Per la maggior parte delle persone, la L-carnitina è generalmente sicura. Tuttavia, lievi effetti collaterali possono includere nausea, vomito e disturbi allo stomaco. Può anche causare la produzione di un odore "di pesce" nel corpo, nelle urine e nel sudore. In rari casi sono stati riscontrati debolezza muscolare e convulsioni. È sempre meglio consultare un medico prima di iniziare qualsiasi regime di integrazione.

È stato dimostrato che gli integratori di L-carnitina aumentano i livelli di trimetilammina-N-ossido (TMAO) nel tempo. Il TMAO è direttamente collegato all'aterosclerosi (una malattia che ostruisce le arterie). Il TMAO è un effetto collaterale notevole, ma è visibile soprattutto in caso di assunzione cronica di L-carnitina. Le ricerche raccolte in questo studio sull'uomo suggeriscono che sono necessarie grandi quantità di L-carnitina (6 grammi al giorno) per ottenere un aumento significativo della TMAO.

Uno studio sull'uomoha dimostrato che l'aumento della TMAO plasmatica non cambia con dosaggi di 0,5 g, 1 g e con dosaggi di L-carnitina somministrati tre volte al giorno. Uno studio ha addirittura dimostrato che l' assunzione di 3 grammi di L-carnitina al giorno per 21 giorni non ha effetti collaterali negativi su persone sane. Se si intende integrare la L-carnitina, si consiglia di mantenere l'assunzione giornaliera al di sotto dei 2 grammi al giorno e di seguire il dosaggio raccomandato.

Conclusione

La L-carnitina è un aminoacido che si trova nei muscoli del nostro corpo e che serve a produrre energia attraverso l'ossidazione degli acidi grassi. Sebbene sia commercializzata principalmente per la perdita di peso e le prestazioni sportive, la L-carnitina mostra un'ampia gamma di benefici per la salute ed è generalmente sicura se assunta con moderazione.

È un ottimo modo per migliorare i livelli di energia, combattere l'affaticamento mentale e aumentare la concentrazione, migliorando la capacità di apprendimento. Gli studi hanno evidenziato benefici in chi ha livelli più bassi e dovrebbe essere presa in seria considerazione dagli anziani, dai vegani e dai vegetariani.

Tutti noi desideriamo goderci la vita anche quando invecchiamo, quindi perché non combattere i segni dell'invecchiamento, migliorare le funzioni cerebrali e aumentare i livelli di energia con un'integrazione quotidiana di L-carnitina?

"La vita non è semplicemente essere vivi, ma stare bene. "

- Marco Valerio Marziale

Il contenuto di questo articolo è solo a scopo informativo. Non intende sostituire la consulenza medica professionale, la diagnosi o il trattamento. Chiedete sempre il parere del vostro medico o di un operatore sanitario prima di iniziare un nuovo regime o programma di salute. Non ignorate il parere del medico o non ritardate la sua richiesta a causa di qualcosa che avete letto su questo sito o su qualsiasi prodotto Youth & Earth.

Search