EUR (€) / Italiano
  • Accedi

NF-kB e infiammazione: trovare l'equilibrio della longevità

La via della longevità NF-kB regola la risposta infiammatoria nel nostro organismo e molti altri processi critici. Ma quando i livelli si sbilanciano, possono avere effetti dannosi sulla nostra salute e sulla longevità. Scoprite come regolare questa via attraverso uno stile di vita sano e integratori naturali che apportano benefici alla salute.

Sapevate che le cellule non sarebbero note come unità di base della vita se l'espressione genetica non avesse mai avuto luogo? Sì, l'espressione genetica (il modo in cui le istruzioni contenute nel DNA vengono convertite in proteine) è un processo cruciale che porta alla formazione di prodotti funzionali come le proteine, che a loro volta determinano ciò che una cellula può o non può fare.

L'espressione genica non è un processo casuale. È un'orchestra di eventi ben coordinata che assicura che l'informazione genetica sia espressa nella cellula giusta, nella giusta quantità e al momento giusto durante la vita di un organismo. I controlli di accensione e spegnimento sono regolati da un complesso proteico noto come fattore di trascrizione (TF).

In questo articolo esamineremo la via della longevità NF-kB, uno dei fattori di trascrizione più critici, cosa fa, come si attiva e cosa lo inibisce. Questo ci aiuterà a capire l'impatto che ha sull'invecchiamento e sulla durata della vita.

Siete interessati a vivere una vita lunga e sana? Potrebbe interessarvi leggere Le vie della longevità - Come vivere una vita felice, sana e lunga.

Che cos'è l'NF-kB?

NF-kB è l'abbreviazione di "Nuclear Factor kappa-light-chain-enhancer of activated B cells". Si tratta di un complesso proteico (una famiglia di proteine) che regola la trascrizione del DNA, la produzione di citochine, la crescita cellulare e infine l'apoptosi o morte cellulare programmata.

Il modo in cui il sistema immunitario risponde in seguito a infezioni o stimoli come radicali liberi, stress e antigeni batterici dipende in larga misura da NF-kB ed è uno dei principali regolatori della risposta infiammatoria. Si è anche scoperto che NF-kB svolge un ruolo importante nell'attività sinaptica, un processo legato al sistema nervoso e alla memoria.

Tuttavia, irregolarità nell'attivazione di NF-kB sono state collegate a condizioni quali malattie autoimmuni, cancro, malfunzionamento del sistema immunitario, malattie infiammatorie e infezioni virali. Inoltre, un aumento dei livelli è stato riscontrato in diversi tessuti con l'invecchiamento ed è associato a molte condizioni degenerative legate all'età, come il morbo di Alzheimer, il diabete e l'osteoporosi.

Che cos'è la via NF-kB?

In poche parole, la via NF-kB è l'intera catena di processi che si verifica nell'attivazione di NF-kB. È il mediatore chiave per innescare la risposta infiammatoria.

Abbiamo sempre creduto che l'invecchiamento sia un processo inevitabile e casuale che si manifesta in tempi diversi. Le cellule invecchiano, il processo di riparazione del DNA inizia ad essere errato e alla fine diventiamo vecchi. Al contrario, si tratta di un processo altamente controllato, al centro del quale vi sono alcune proteine complesse, una delle quali è NF-kB. È stato proposto come uno dei mediatori chiave dell'invecchiamento.

La via NF-kB ha molti ruoli nel sistema corporeo. Ad esempio, contribuisce a stimolare gli anticorpi, risvegliando il sistema immunitario in risposta a uno stimolo. È uno dei principali regolatori del processo infiammatorio. Inoltre, come fattore di trascrizione, NF-kB facilita la copiatura delle informazioni del DNA in RNA come parte del processo di creazione delle proteine.

È presente anche nell'ipotalamo, un'area ricca di neuroni alla base del cervello. Qui, studi hanno dimostrato che controlla diversi processi, uno dei quali è l'invecchiamento. Man mano che i soggetti invecchiavano, il livello di NF-kB aumentava, indicando una correlazione positiva tra il processo di invecchiamento e l'accumulo di NF-kB.

I soggetti con livelli ridotti di NF-kB non solo vivevano più a lungo, ma avevano anche muscoli più forti, memoria migliore e una pelle molto più resistente. La ricerca sembra quindi indicare che il processo di invecchiamento non si arresta, ma viene notevolmente rallentato con un'adeguata regolazione della via NF-kB.

Come si attiva NF-kB?

La via NF-kB è molto complessa. Allo stato naturale, le proteine NF-kB sono inattive. Quando l'organismo è esposto a radicali liberi, batteri cattivi, virus o qualsiasi altra cosa che percepisce come una minaccia, NF-kB si attiva e regola il rilascio di geni che innescano l'infiammazione.

L'infiammazione è uno dei modi in cui il nostro corpo combatte le infezioni e guarisce le lesioni. Il gonfiore rosso di breve durata che si verifica dopo una distorsione alla caviglia è un segno che il corpo sta curando la zona. Ma un'infiammazione continua (nota come infiammazione cronica) non è positiva ed è associata a molte condizioni croniche e alla degenerazione cellulare.

Per saperne di più sull'infiammazione, leggete Come l'infiammazione influisce sulla salute e causa l'invecchiamento precoce.

Nella vita di tutti i giorni, l'NF-kB può essere attivato da molti fattori, tra cui lo stress fisico, lo stress psicologico o emotivo, gli alimenti che mangiamo, i virus, i batteri e altro ancora. Inoltre, con l'avanzare dell'età, i livelli di NF-kB sembrano aumentare, motivo per cui è bene adottare uno stile di vita e un regime di integratori naturali per ridurre l'infiammazione e inibire questa via.

Come si inibisce NF-kB?

Poiché NF-kB è uno dei principali responsabili dell'infiammazione, è possibile inibire questa via incorporando cambiamenti nello stile di vita che riducono naturalmente l'infiammazione. È inoltre possibile assumere inibitori naturali di NF-kB sotto forma di integratori.

Ecco alcuni modi per inibire NF-kB e ridurre l'infiammazione:

Praticare la restrizione calorica

L'effetto della restrizione calorica sul prolungamento della durata della vita è stato ben studiato, anche se il meccanismo esatto con cui funziona rimane ancora un mistero. Uno dei modi in cui ha dimostrato di essere benefica è l'attivazione delle sirtuine. La via della longevità delle sirtuine, soprannominata "gene della longevità", controlla la salute delle cellule. È anche uno dei regolatori chiave dell'invecchiamento e di processi come l'infiammazione. Le sirtuine possono inibire l'NF-kB e questo potrebbe essere uno dei motivi per cui la restrizione calorica funziona così bene.

Un altro fattore da considerare è che la restrizione calorica riduce naturalmente il peso. L'eccesso di peso è associato a infiammazione cronica, malattie croniche e alti livelli di NF-kB.

Mangiare meno cibi infiammatori

Gli alimenti consumati possono avere un effetto significativo sui livelli di infiammazione dell'organismo. Uno dei modi migliori per ridurre l'infiammazione è ridurre il consumo di questi alimenti. Ecco i principali responsabili:

  • Zucchero raffinato e sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (di solito contenuti in prodotti da forno preparati in commercio, cereali, pasti istantanei, ecc.)

  • Carboidrati raffinati come farina bianca, pane bianco e altri prodotti commerciali.

  • Dolcificanti artificiali presenti nelle bibite "dietetiche".

  • Glutine e latticini - soprattutto se si è intolleranti a questi due elementi.

  • Prodotti a base di carne trasformati: questi prodotti sono solitamente pieni di conservanti e aromi sintetici che possono scatenare una risposta infiammatoria.

  • Grassi trasformati (grassi trans o oli idrogenati) - sono grassi a cui è stato aggiunto idrogeno e si trovano solitamente in prodotti come la margarina.

  • Assunzione eccessiva di alcol

Puntare su una dieta antinfiammatoria

È dimostrato che gli alimenti ricchi di antiossidanti riducono l'infiammazione. Mangiando un'ampia varietà di frutta e verdura (si pensi ai colori e alle verdure) è possibile aumentare gli alimenti che riducono naturalmente l'infiammazione. Per esempio:

  • Frutti come bacche, arance, mele, uva, papaya e kiwi.

  • Verdure come la noce di burro, le patate dolci, le carote, il cavolo, i broccoli e gli spinaci.

  • Noci come noci e mandorle

Aumentare l'assunzione di polifenoli e antiossidanti

I polifenoli vegetali come il resveratrolo, la curcumina (presente nella curcuma), la quercetina (un pigmento vegetale) e la piperina (presente nel pepe nero) inibiscono l'NF-kB, attivano l'AMPK e le sirtuine. Aumentare gli alimenti che contengono questi polifenoli aiuterà la vostra dieta antinfiammatoria. Ma non è sempre possibile assumere livelli ottimali. Uno dei modi per farlo è assumere un integratore naturale che contenga queste molecole. Il nostro prodotto Preservageè stato specificamente formulato per agire in profondità nell'organismo e contribuire a ridurre la risposta infiammatoria.

Mangiare più pesce grasso

Il pesce grasso contiene acidi grassi omega-3 che riducono l'infiammazione. Naturalmente, se non amate il pesce, una delle migliori fonti di acidi grassi omega-3 è l'olio di krill, che non ha retrogusto di pesce! Numerosi studi hanno dimostrato che gli acidi grassi omega-3 possono ridurre l'infiammazione e alleviare i sintomi delle patologie infiammatorie. L'olio di krill è ricco di acidi grassi omega-3, colina e astaxantina, tutti noti per le loro proprietà antinfiammatorie naturali. È interessante notare che in uno studio è stato dimostrato che l'astaxantina inibisce la via NF-kB in soggetti affetti da infiammazione oculare.

Per saperne di più, consultare: Cos'è l'olio di krill e perché fa bene?

Esercizio fisico regolare

È stato dimostrato che l'esercizio fisico moderato inibisce l'NF-kB e attiva le sirtuine e l'AMPK. L'AMPK è una via di longevità nota come "interruttore generale" del metabolismo cellulare e inibisce anche l'NF-kB.

Inoltre, l'esercizio fisico riduce naturalmente i livelli di stress, che sono attivatori di NF-kB.

Includere l'esercizio fisico regolare nella propria routine quotidiana è uno dei modi migliori per migliorare la propria salute e aumentare la durata della vita.

Praticare la gestione dello stress

Lo stress fisico e psicologico innesca una risposta infiammatoria e il relativo aumento dei livelli di NF-kB. Anche se lo stress acuto può essere benefico e ci dà l'energia necessaria per portare a termine i compiti, lo stress cronico continuo può essere estremamente dannoso per la nostra salute. Tutti noi abbiamo visto persone che attraversano momenti difficili letteralmente "invecchiare sotto i nostri occhi". Imparare a gestire lo stress è uno dei modi principali per inibire l'NF-kB e ridurre molte altre risposte fisiologiche che possono causare invecchiamento precoce e malattie croniche.

Per saperne di più, leggete: Cinque facili trucchi anti-invecchiamento per aumentare la longevità.

Dormire a sufficienza

Un piccolo studio per misurare i livelli di NF-kB in relazione al sonno ha rilevato che al mattino dopo una notte di perdita di sonno, l'attivazione di NF-kB era significativamente più alta. È interessante notare che il fenomeno è risultato più significativo nelle donne che nei maschi. Tuttavia, i risultati sono stati sufficienti per far concludere ai ricercatori che la mancanza di sonno può aumentare l'infiammazione e che sono necessarie ulteriori ricerche in quest'area, in particolare per quanto riguarda il sonno e l'infiammazione legata all'età.

Tutti noi ci sentiamo molto meglio dopo un buon riposo notturno ed è uno dei segreti per sentirsi giovani ed energici. Per saperne di più sul sonno e su come reimpostare il ciclo sonno-veglia, leggete Come sentirsi più giovani: prendetevi cura del vostro ritmo circadiano.

Conclusioni

La via NF-kB è una delle catene di processi più importanti del sistema fisiologico umano. Attraverso questa via vengono espresse informazioni genetiche e si formano proteine che determinano la sopravvivenza delle cellule, la memoria, la reattività del sistema immunitario, l'apoptosi (morte cellulare programmata) e altre condizioni legate all'età. Come tutte le vie della longevità, deve essere mantenuta in equilibrio perché i livelli di NF-kB tendono ad aumentare naturalmente con l'età e l'aumento dell'infiammazione è associato all'invecchiamento e alle condizioni croniche correlate.

Esiste una serie di cambiamenti nello stile di vita che possono ridurre l'infiammazione e inibire NF-kB. Uno stile di vita sano, abbinato a integratori naturali progettati per rallentare l'invecchiamento dall'interno, può aiutare a raggiungere una vita attiva e soddisfacente fino agli anni d'oro.

"Credo che la scienza abbia iniziato a dimostrare che l'invecchiamento è una malattia. Se lo è, può essere curato".

- Tom Robbins (autore americano, 88 anni)

Il contenuto di questo articolo è solo a scopo informativo. Non intende sostituire la consulenza, la diagnosi o il trattamento di un medico professionista. Chiedete sempre il parere del vostro medico o di un operatore sanitario prima di iniziare un nuovo regime o programma di salute. Non ignorate il parere del medico o non ritardate la sua richiesta a causa di qualcosa che avete letto su questo sito o su qualsiasi prodotto Youth & Earth.

Search